24 giugno 2016

La fine dei confini

Venerdì 24 giugno, a partire dalle 19,  primo appuntamento di "La fine dei confini", cinema, musica e incontri al Cantiere 26 di Arco.

Una serata di festa e allegra, organizzata da Dokita Trentino Alto Adige, che prevede un aperitivo, la musica dal vivo di Banda Balocchi e la proiezione del documentario "Samar, sogni tra onde, riso e banchI di scuola", seguito da una tavola rotonda coAndrea Morghen (regista), Paolo BronzinI (presidente di Dokita) fr. Ruggero Valentini e p. Michele PernIola (CFIC).

Amnesty International Rovereto e Alto Garda sarà presente alla serata con due iniziative legate alla Giornata mondiale del rifugiato.

La prima è il flash mob "Prima le persone, poi le frontiere", in cui attiviste e attivisti dell'organizzazione e quanti vorranno partecipare si disporranno a rappresentare i rifugiati che chiedono il rispetto dei propri diritti di fronte ai leader europei.

La seconda è Guarda oltre i confini - un esperimento di 4 minuti”. C'è una teoria che afferma che guardarsi negli occhi per quattro minuti avvicina le persone più di qualsiasi altra cosa. Vogliamo provare a guardarci negli occhi oltre i confini?

Durante la serata verranno raccolte firme per l'appello di Amnesty International "Canali sicuri per i rifugiati".


12 giugno 2016

Eusebio Martinelli Gipsy OrkeStar

A questo stupendo evento ci saremo anche noi di Amnesty RAG!

Veniteci a trovare al nostro tavolino, e a firmare l'appello "TUNISIA: AMARE NON È UN CRIMINE", perché tante persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuate (lgbti) in Tunisia rischiano di essere arrestate o perseguite!


Organizzano gli amici della Compagnia Delle Nuvole.


La festa inizia alle 21.30, noi vi aspettiamo un po' prima!



25 maggio 2016

Prima le persone, poi le frontiere

Amnesty International invita ad una serata in collaborazione con Social Catena, che si terrà mercoledì 25 maggio nella corte di Palazzo Cameli, in Piazzetta Scrinzi a Villa Lagarina, con inizio alle ore 20.45.

La serata prevede un reading sui diritti umani a cura di Roberto Maestri, in cui verranno letti brani letterari e testimonianze sul tema del confine, delle migrazioni e del diritto di asilo dalle persecuzioni, e l'esecuzione di brani musicali della tradizione popolare a cura dell'Associazione Culturale Tamburo del Sole, Progetto Aires.

Dopo la performance artistica, è previsto un dibattito in cui il pubblico presente potrà intervenire ponendo domande e stimolando la discussione. Saranno ospiti della serata, oltre ad Amnesty International che organizza l'evento, i volontari del Gruppo di Verona di Medici Senza Frontiere e Elisabetta Murdaca dell'Associazione Grande Quercia di Rovereto.

Durante la serata verrano raccolte firme su due appelli: "Austria: il presidente deve respingere le modifiche alle leggi sull'asilo!" e "Rifugiati intrappolati in Grecia: vergogna dell'Europa".


15 maggio 2016

Nuovi attivisti imparano!

Domenica 15 maggio, attivisti di Amnesty International provenienti dai gruppi del Veneto e del Trentino Alto Adige, si ritroveranno a Rovereto, per un incontro di formazione organizzato dalla Circoscrizione Veneto-Trentino Alto Adige del movimento.

Sara una giornata dedicata principalmente ai nuovi attivisti, che avranno modo di approfondire la propria conoscenza del movimento e di acquisire gli strumenti di base per attivarsi subito e in modo efficace per la difesa e la promozione dei diritti umani.

L'incontro sarà inoltre una splendida occasione per consolidare amicizie e scambiare esperienze fra gli attivisti dei gruppi.

Guiderà la giornata Roberta Zaccagnini, responsabile dell'Ufficio Attivismo di Amnesty Italia.

6 maggio 2016

Marcia della legalità, solidarietà e pace

Duemila studenti delle scuole della Vallagarina partecipano il 6 maggio 2016 alla quinta edizione della marcia per la legalità, solidarietà e pace. La partenza sarà dai Giardini Italia di Via Dante a Rovereto, alle 08:30, e l'arrivo alla Campana dei Caduti.

Amnesty International, su invito degli studenti, contribuisce al momento di riflessione e condivisione previsto all'arrivo alla campana. Alessandro Coassolo interverrà sull'importanza di attivarsi per un mondo in cui a ogni persona sono riconosciuti tutti i diritti umani sanciti dalla Dichiarazione universale dei diritti umani.

Infine, gli studenti intoneranno "Here's to you", l'inno per i diritti umani che Amnesty International e Roberto Saviano invitano tutti a cantare, perché la lotta per la tutela di tutti questi diritti, sempre, deve essere combattuta. Più persone saremo a farlo, più possibilità avremo di vincerla!