25 gennaio 2019

Verità per Giulio Regeni - 3 anni senza Giulio



Venerdì 25 gennaio fiaccolata a Rovereto


Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli delle tante vittime di sparizione forzata e tortura in Egitto.


Siamo qui ad organizzare il terzo, e speriamo ultimo, anniversario della scomparsa di Giulio in assenza della verità, e allo stesso tempo siamo in attesa dei famosi “passi in avanti” annunciati dal governo italiano in diverse occasioni. Per ora l’unica cosa che vediamo è il nostro paese amico dell'Egitto, con l’intensificarsi di scambi commerciali e diplomatici.


Alle 19.41 del prossimo 25 gennaio, in oltre 100 piazze italiane mille luci saranno pronte ad accendersi per ricordare il momento esatto dell'ultimo sms inviato da Giulio prima di essere sequestrato, sottoposto a feroci torture e assassinato.


Noi del gruppo Amnesty di Rovereto e Alto Garda, vi aspettiamo in Piazza Erbe a Rovereto, alle 19.15 di venerdì 25 gennaio, per chiedere #VeritàPerGiulioRegeni !

In questi tre anni, grazie all'aiuto delle nostre attiviste e dei nostri attivisti, abbiamo continuato a chiedere la verità con iniziative in ogni parte del paese. Continueremo fino a quando ci sarà una verità giudiziaria che coincida con quella storica, che attesti quel "delitto di stato", ne accerti le responsabilità individuali e le collochi lungo una precisa catena di comando.


Per informazioni ed adesioni potete contattarci:

tel: 347 9395844
email: info.amnesty.rag@gmail.com 
web: amnesty-rovereto-alto-garda.it
facebook: amnesty.rovereto.alto.garda

Per maggiori informazioni sul caso di Giulio Regeni: www.amnesty.it/3annisenzagiulio/

19 gennaio 2019

Al liceo Maffei per parlare di pena di morte

Liceo A. Maffei di Riva del Garda.
Il Gruppo Amnesty di Rovereto e Alto Garda torna a Riva del Garda, ospite del Liceo A. Maffei. I nostri attivisti incontreranno 7 classi nei giorni di sabato 19 gennaio e sabato 2 febbraio 2019.

In un incontro interattivo e laboratoriale che coinvolgerà studentesse e studenti in prima persona, affronteremo il tema della pena di morte, riflettendo su stereotipi e luoghi comuni, e approfondendo gli aspetti più controversi di questo tema.


22 dicembre 2018

Buone feste!


Care Amiche e cari Amici di Amnesty International,

grazie del vostro aiuto e supporto in questo 2018!

Vi facciamo i nostri più calorosi auguri di serene feste con alcune delle migliori buone notizie dell'anno che si sta per concludere.

Traguardi che Amnesty International ha raggiunto anche grazie a voi!

Speriamo che possiate esserci vicini anche per l'anno nuovo e, perché no, qualcuna e qualcuno di voi possa entrare nel nostro gruppo. Saremo felici di accogliervi!

- Le Attiviste e gli Attivisti di Amnesty Rovereto e Alto Garda

cell: 347 9395844
email: info.amnesty.rag@gmail.com
web: https://amnesty-rovereto-alto-garda.it

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.
Essi sono dotati di ragione e di coscienza e
devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Art. 1 Dichiarazione universale dei diritti umani

15 dicembre 2018

Concerto di Natale per Amnesty International

Amnesty Rovereto e Alto Garda e Associazione Laboratorio Musicale di Ravina vi invitano al tradizionale "Concerto di Natale per Amnesty International".



Appuntamento per sabato 15 dicembre alle 21 presso la Chiesa Madonna di Loreto a Rovereto.
 Ingresso libero.

Sotto la direzione del maestro Maurizio Postai, il coro polifonico Laboratorio Musicale e l'orchestra LàMus Ensemble, saranno impegnati nella prima parte del concerto nell'esecuzione di pagine di Mozart: una sinfonia e una selezione di brani dalla Messa dell’Incoronazione. La seconda parte del programma prevede l’esecuzione di pagine della tradizione natalizia, quali Stille Nacht, Adeste Fideles, Oh Holy Night.

Durante la serata, gli attivisti di Amnesty International presenteranno alcuni appelli di “Write for Rights”, la maratona mondiale di raccolte firme per i diritti umani, dedicata quest’anno in favore di DONNE GIUSTE IN UN MONDO SBAGLIATO.

Lo stesso concerto verrà riproposto il giorno successivo a Trento.





Ecco alcune belle foto della serata!

10 dicembre 2018

Diritti a testa alta - Fiaccolata per i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani


🕯️ Il 10 dicembre scendiamo in piazza e accendiamo una candela contro le violazioni dei diritti umani !🕯️

📍 ROVERETO, LARGO VITTIME DELLE FOIBE
📅 ORE 18.30

Anche ROVERETO aderisce a #dirittiatestaalta, l’iniziativa promossa il 10 dicembre da Action Aid Italia, Amnesty International Italia, Caritas, EMERGENCY e Oxfam  Italia per celebrare insieme il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e ricordare il suo valore.

Dalle 18.30 saremo in piazza a ROVERETO e oltre 80 città italiane per ribadire, tutti insieme, i contenuti e i valori della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che mai come in questo momento sono necessari per riuscire a costruire forme di convivenza più umane e contrastare le nuove forme di razzismo, criminalizzazione della solidarietà e odio per il diverso che vediamo anche nel nostro paese.

ActionAid, Amnesty International Italia, Caritas, EMERGENCY, Oxfam invitano ad aderire alla manifestazione tutte le persone, le associazioni, le istituzioni e le scuole che condividono questo appello:

“Il 10 dicembre di 70 anni fa veniva approvata la Dichiarazione universale dei diritti umani, che indica nel rispetto degli uguali diritti di ogni essere umano il fondamento di un mondo libero, giusto e in pace.

La Dichiarazione stabilisce eguaglianza e dignità di ogni essere umano e pone in capo a ogni stato il dovere centrale di garantire a tutti di godere dei propri inalienabili diritti e libertà.

A oggi, non uno degli stati firmatari ha riconosciuto ai cittadini i diritti che si era impegnato a promuovere.

Nel nostro paese, la negazione nella pratica di questi diritti sta facilitando la diffusione di nuove forme di razzismo, la solidarietà è considerata reato, l’odio per il diverso prevale sullo spirito di fratellanza, l’aiuto viene tacciato di buonismo.

Oggi più che mai è urgente recuperare quei principi di umanità e di convivenza civile che sono alla base della Dichiarazione e che la retorica della paura sta cercando di smantellare.

Il 10 dicembre scendiamo in piazza per dire al mondo che stiamo dalla parte dei diritti e delle persone”.

Se non puoi venire a ROVERETO trova la piazza più vicina a te su: https://goo.gl/iNa2v6.