21 febbraio 2019

Rwanda - Il film: proiezione a Volano

Giovedì 21 febbraio alle 20:30 presso il cinema teatro Concordia di Volano, proiezione di Rwanda - Il Film.

Con la partecipazione di Marco Cortesi e Mara Foschini.

Il più terrificante, veloce e sistematico genocidio nella Storia dell’Umanità. In circa 104 giorni verranno uccise oltre 800.000 persone appartenenti alla minoranza etnico-sociale dei Tutsi, massacrati a colpi di machete e armi da fuoco dagli estremisti appartenenti agli Hutu, il gruppo sociale maggioritario, in quello che molti storici hanno definito “un genocidio peggiore della Shoa”.

Il gruppo Amnesty di Rovereto ed Alto Garda sarà presente alla proiezione con un tavolino informativo della sua attività in favore dei diritti umani.



16 febbraio 2019

One Billion Rising 2019

Amnesty International Italia aderisce all’iniziativa globale One Billion Rising contro la violenza sulle donne.

Il messaggio di One Billion Rising 2019 è sottolineare l’importanza della libertà della donna e della solidarietà come linfa vitale per una rivoluzione pacifica contro ogni violenza.


A Rovereto OBR 2019 si terrà sabato 16 febbraio alle ore 16.00 in piazza Loreto.

6 febbraio 2019

1938 diversi

Ottant’anni fa il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli. Come fu possibile tutto questo? E quanto sappiamo ancora oggi di quel momento storico?

1938 DIVERSI, documentario di Giorgio Treves, vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione delle leggi razziali, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione.


Il documentario verrà proiettato mercoledì 6 febbraio, alle 20:30, presso lo SMARTlab di Rovereto, a cura di ANPI Rovereto - Vallagarina "Angelo Bettini".

Il gruppo  Amnesty di Rovereto e Alto Garda sarà presente con un tavolino informativo delle attività dell'associazione e raccoglierà firme su un appello per introdurre un codice identificativo sulle divise e sui caschi per gli agenti e i funzionari di polizia impegnati in operazioni di ordine pubblico.

25 gennaio 2019

Verità per Giulio Regeni - 3 anni senza Giulio


Venerdì 25 gennaio fiaccolata a Rovereto


Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli delle tante vittime di sparizione forzata e tortura in Egitto.


Siamo qui ad organizzare il terzo, e speriamo ultimo, anniversario della scomparsa di Giulio in assenza della verità, e allo stesso tempo siamo in attesa dei famosi “passi in avanti” annunciati dal governo italiano in diverse occasioni. Per ora l’unica cosa che vediamo è il nostro paese amico dell'Egitto, con l’intensificarsi di scambi commerciali e diplomatici.


Alle 19.41 del prossimo 25 gennaio, in oltre 100 piazze italiane mille luci saranno pronte ad accendersi per ricordare il momento esatto dell'ultimo sms inviato da Giulio prima di essere sequestrato, sottoposto a feroci torture e assassinato.


Noi del gruppo Amnesty di Rovereto e Alto Garda, vi aspettiamo in Piazza Erbe a Rovereto, alle 19.15 di venerdì 25 gennaio, per chiedere #VeritàPerGiulioRegeni !

In questi tre anni, grazie all'aiuto delle nostre attiviste e dei nostri attivisti, abbiamo continuato a chiedere la verità con iniziative in ogni parte del paese. Continueremo fino a quando ci sarà una verità giudiziaria che coincida con quella storica, che attesti quel "delitto di stato", ne accerti le responsabilità individuali e le collochi lungo una precisa catena di comando.


Per informazioni ed adesioni potete contattarci:

tel: 347 9395844
email: info.amnesty.rag@gmail.com 
web: amnesty-rovereto-alto-garda.it
facebook: amnesty.rovereto.alto.garda

Per maggiori informazioni sul caso di Giulio Regeni: www.amnesty.it/3annisenzagiulio/


19 gennaio 2019

Al liceo Maffei per parlare di pena di morte

Liceo A. Maffei di Riva del Garda.
Il Gruppo Amnesty di Rovereto e Alto Garda torna a Riva del Garda, ospite del Liceo A. Maffei. I nostri attivisti incontreranno 7 classi nei giorni di sabato 19 gennaio e sabato 2 febbraio 2019.

In un incontro interattivo e laboratoriale che coinvolgerà studentesse e studenti in prima persona, affronteremo il tema della pena di morte, riflettendo su stereotipi e luoghi comuni, e approfondendo gli aspetti più controversi di questo tema.